Chi Sono

Romagnolo purosangue, classe ’60; già all’età di 20 anni, diplomato Ragioniere e assolto gli obblighi di leva, entrai nel mondo del commercio come Agente di Vendita plurimandatario nel settore edile.

Nonostante un decennio di piena crisi dell’edilizia, i miei risultati di vendita, con le varie aziende che rappresentavo, risultarono sempre tra i migliori, anche se per i dirigenti ed i colleghi ero pur sempre il bambino della compagnia vista la mia giovane età ed il mio carattere sempre goliardico e scherzoso.

Mi avvicinai in modo del tutto casuale ai mercati finanziari nel 1983, col mio primo eseguito fatto con la CIR di De Benedetti in un borsino del Credito Romagnolo in Piazza Saffi a Forli… e fu, purtroppo o per fortuna, AMORE A PRIMA VISTA.

Con un timing perfetto (sigh..), poco tempo prima del crollo di Wall Street dell’87 le sirene dei mercati finanziari mi ammaliarono e, con tanta grinta e determinazione, abbandonai dall’oggi al domani la mia proficua attività, conscio di ripartire da zero, per andare a fare il Promotore Finanziario, illudendomi di poter diventare il riferimento dei miei futuri clienti che, in poco tempo, formarono il mio portafoglio.

Capii ben presto che la mia era solo un’illusione, perché in realtà potevo e dovevo solo vendere prodotti costruiti e gestiti da altri senza alcuna partecipazione attiva da parte mia se non quella di dover mettere sempre davanti a tutto la mia faccia e la fiducia che i clienti mi avevano riposto.

E questo mi pesava oltremodo quando dovevo andare a spiegare e giustificare risultati a dir poco scadenti per prodotti che, in modo più o meno trasparente, contenevano un tot di spese che dovevano nutrire tutta la piramide commerciale.

Fu a quel punto che cominciai ad approfondire in prima persona vari elementi dei mercati finanziari tra cui, soprattutto, la presa di coscienza dell’importanza di conoscere ed applicare molto bene l’analisi tecnica, e forte dei miei studi dell’epoca, andai a lavorare presso un Agente di Cambio, figura che di li a poco venne sostituita dalle SIM.

Ero talmente convinto di aver capito come affrontare i mercati che pensai di poterli dominare a mio piacimento.

Quello, ancora oggi, rimase una delle peggiori convinzioni che avrei potuto avere nella mia vita, e, complice anche il fidarmi di personaggi che sembravano espertissimi in materia, ma che poi si rivelarono altamente inaffidabili, cominciarono ad arrivare problemi su problemi e i conti miei e di alcuni miei clienti piombarono a precipizio mandandomi in una fase di super difficoltà sotto tutti i punti di vista; fisica, psicologica e finanziaria.

Promisi a me stesso di dire stop a tutto ciò che riguardava i mercati finanziari (eravamo a metà degli anni ’90) e, almeno quella volta, nolente o dolente, mantenni la promessa.

Mi leccai le ferite, mi rimboccai le maniche, e mi resi conto che, tra l’altro, avrei dovuto ripianare una situazione finanziaria che, a dir poco, era di coma irreversibile.

Qualunque attività sarebbe andata bene e, anche con 15/16 ore al giorno di lavoro, iniziai piano piano a ripianare il tutto.

Fu a fine degli anni 90 che, dopo essere tornato a fare il Rappresentante nel settore delle cartolerie, da zero creai una nuova azienda commerciale, forte unicamente del portafoglio clienti che mi ero costruito in quel periodo.

Visto il mio burrascoso passato, naturalmente zero finanziamenti dalle banche, per cui con pochi spiccioli mi avventurai nuovamente in campo imprenditoriale.

Un po’ di fortuna a cogliere fenomeni di brand che nascevano in quegli anni e, senza falsa immodestia, molta capacità commerciale figlia delle mia ventennale esperienza, fecero si che, molto velocemente, la mia azienda diventasse leader nel settore, con fatturati e parco clienti sempre in aumento e con i concorrenti che facevano a gara per copiare le mie iniziative completamente innovative per il settore stesso.

Fu nel 2008 che ,davanti ad una concreta offerta di acquisto dell’azienda stessa da parte di un mio fornitore, ebbi la forza di cedere le mie quote azionarie, restando, però, ancora per un po’ di anni, all’interno ma, stavolta, con tanti pensieri in meno ed un po’ di tempo libero in più per me stesso.

Presi atto, allora, che la passione che da sempre avevo avuto per i mercati finanziari, che avevo messo in naftalina, sarebbe potuta, stavolta, diventare la mia nuova attività e, forte stavolta di una serenità finanziaria e psicologica, e cosciente nel non avere bisogno di ricercare il guadagno veloce assumendomi alti rischi, come mi era successo in passato, decisi di investire pesantemente…..di investire su ME STESSO.

Mi resi conto subito che ciò che avevo imparato sull’analisi tecnica vent’anni prima, era ancora tutto perfettamente applicabile ai mercati recenti, ma conscio che ciò non sarebbe bastato, e nonostante in vita mia non avessi praticamente mai aperto libri o video didattici (età scolare compresa), iniziai ad acquistare e leggere testi tecnici italiani ed americani; lo stesso con video tutorial americani e, non contento di tutto ciò, a frequentare corsi di specializzazione sulla conoscenza e l’utilizzo delle opzioni nei mercati finanziari.

Fu in questo frangente che imparai da un grande trader americano la tecnica basata sul connubio tra i Ratios di Fibonacci e le Onde di Elliott e due anni di libri, video, libri e ancora video, mi permisero di affinare sempre più le mie conoscenze sulla materia.

Presi atto allora, che non si finisce mai di imparare ed infatti, ancora oggi sono sempre sui libri per cercare di alzare sempre più il mio livello di analisi ed applicazione dello stesso.

Nel frattempo, insieme ai miei studi, ricominciai piano piano a fare trading ed a scrivere e pubblicare sul web  articoli molto specifici di analisi tecnica avanzata su vari mercati come quello dell’Oro, del Petrolio, dei Bund americani, di altre commodities e degli indici di borsa; quell’analisi, che oramai fa parte di me, determinata dalla combinazione di Elliott e Fibonacci, che si rivelerà, ben presto, agli occhi dei miei lettori, veramente molto attendibile, tanto che nel 2013 documentaicome circa il 90% delle mie previsioni effettuate fossero state profittevoli.

Nel trading, invece, come penso accada o sia accaduto a tutti, la prima fase fu complicata, ma inserendo prima di tutto le buone regole del Money Management, e poi modificando quello che era un Trading prettamente previsionale e direzionale, in un tipo di trading che voleva essere essenzialmente di gestione del rischio oltre che direzionale, i risultati prima discreti e poi ottimi non sono tardati ad arrivare.

Di tutto questo non posso che ringraziare un collega TOP TRADER italiano, che, con tanta pazienza, mi trasmise pazientemente il suo know how eccellente in materia; probabilmente la cosiddetta ciliegina sulla torta nel mio bagaglio tecnico che cominciò ad essere veramente all’altezza della situazione.

Sono sempre stato considerato uno specialista del trading in OPZIONI, cosa che già facevo regolarmente negli anni 80/90 quando ancora avevano nomi altisonanti, ma oggi smarriti, come DONT, STELLAGE, STRIP, STRAP ecc ecc.

Oggi, invece, abbiamo CALL e PUT, STRANGLE e STRADDLE.

Negli ultimi cinque anni ho rilanciato alla grande la mia sete di conoscenza, e con dedizione e metodo, ho appreso da più parti la tecnica dell’Analisi Ciclica.

Una volta digerita tutta la fase basica iniziale, poi mi sono specializzato in proprio creandomi tutta una serie di parametri PROPRIETARI (personalizzati x le mie esigenze), coniando la nuova CICLICA AVANZATA 3.0

Nel 2017 e 2018 ho iniziato a fare FORMAZIONE in modo serio ed onesto, con corsi in aula, locali con una capienza massima di una quindicina di persone, per poter interagire in modo attivo e costruttivo con i corsisti, aula che ho sempre esaurito nei posti disponibili.

Da quel periodo, sono stato chiamato, prima saltuariamente, ed oggi in modo continuativo, ad esprimere le mie previsioni settimanali derivanti dalla mia applicazione di CICLICA + ELLIOTT, le cosiddette ANALISI CYCLOELLIOTTIANE, dalle maggiori emittenti tv finanziarie.

Ho collaborato, in questi ultimi anni, con vari istituzioni e broker tenendo webinar formativi sui vari argomenti e, nel 2019, ho tenuto il MIO PRIMO INTERVENTO  ufficiale all’ITFORUM di Rimini davanti ad una sala gremita… una grande soddisfazione che mi ha ripagato dei tanti sacrifici e tempi sottratti a famiglia ed amici.

Oggi, a 60 anni. mi sento un Trader/Formatore veramente soddisfatto, sia dal punto di vista dei risultati che ottengo sistematicamente, sia dal punto di vista della mia serenità interiore, dovuta alla mia GRANDE ATTENZIONE ALLA GESTIONE DEL RISCHIO, grazie alla quale posso affrontare positivamente i mercati ed i miei trades e, volendo, trasferire la mia esperienza di 37 anni di BORSA a chi ne vuol fare tesoro.

1000 corsi, 1000 libri, 1000 ricerche… ma l’esperienza personale NON è una cosa che SI ACQUISTA, te la fai da solo affrontando tutti i pro ed i contro che il mercato ti mette di fronte quotidianamente… oppure hai la fortuna di conoscere qualcuno che te la trasmette in modo serio, onesto e trasparente.

Siccome però, da buon CAPRICORNO, sono testardo e non mi accontento mai, oltre al sito web presente, ho recentemente costituito un CANALE TELEGRAM che in brevissimo tempo ha accolto oltre 1000 iscritti, che vuole essere proprio un insieme di DIDATTICA, ESPERIENZA, ANALISI, TRADES e quant’altro riuscirò a trasmettere con l’entusiasmo, l’impegno e la serietà che mi appartengono e che molti mi riconoscono in ogni occasione.

Un vero PLUS per tutti coloro che sapranno estrapolare qualcosa di utile per il proprio TRADING.

Il prossimo impegno, che prendo con me stesso, è quello di ricominciare quanto prima a fare una delle cose che mi piace di più, e che penso anche di essere più portato: la FORMAZIONE, che, se fatta a dovere, in modo serio e costruttivo, rimane il perno centrale per chi vuole trovare nel TRADING ON LINE una vera fonte di ricavo sistematico al pari di qualsiasi attività IMPRENDITORIALE, senza lontanamente pensare che la stessa attività possa essere un qualcosa di DIVERTENTE equiparata ad un CASINO’…. senza impegno, umiltà e dedizione non si va da nessuna parte. “PASTI GRATIS IN BORSA NON CE NE SONO!!!”

(ott 2020)